Cerca nel blog

lunedì 12 ottobre 2015

Alla scoperta dell’ El Cibao



El Cibao è una regione a nord della Repubblica Domenicana. Il suo nome, di derivazione taino, significa “dove abbondano le rocce”. Questa regione è la più ricca di tutta la Repubblica in quanto abbondano le produzioni di tabacco, caffè, cacao, riso e banane.


Tanti sono i centri importanti di questa regione vastissima: La Vega, conosciuta per il suo carnevale che è il più famoso e festoso di tutta la Repubblica Domenicana; Santiago de los Caballeros che è la seconda città più grande della Repubblica. Essa è stata fondata nel 1495 durante la prima ondata di colonizzazione spagnola del Nuovo Mondo, conta 500.000 abitanti ed è il principale centro di produzione, in quanto possiede i maggiori tabacchifici della regione. Santiago si caratterizza per le maschere mostruose che sfoggia nei giorni di carnevale. Si possono visitare anche la Catedral de Santiago Apòstol, la Fortaleza San Luis, il Monumento agli eroi della Restaurazione ed il Museo Folklorico Don Tomas Morel.

Da non perdere assolutamente è il Parque Nacional Monte Cristi, uno dei più vari del paese in quanto detiene barriere coralline, spiagge bianchissime, zone desertiche e coste fiancheggiate da mangrovie (esso protegge circa il 40% delle mangrovie di tutto il territorio).

Dal parco si possono raggiungere varie spiagge: Playa Detras del Morro, circondata da una scogliera ripida alta 242m che sembra fuoriuscire dal mare; Luguna Saladilla in cui si possono ammirare numerosi fenicotteri; Isla Cabras circondata da sabbia finissima e caratterizzata dalla presenza di coralli a corna e del Pipe Wreck,  nave mercantile che trasportava pipe di argilla; Cayos de los Siete Hermanos, il quale forma una collana di coralli blu che fuoriesce dal mare e che è meta d’arrivo delle tartarughe marine le quali raggiungono la terra per depositare le uova.

Merengue, rhum ed un buon sigaro sono considerati i tre elementi che caratterizzano l’immagine della Repubblica Domenicana. In questa zona anche il Carnevale è una manifestazione molto apprezzata. Vengono usate maschere di carta pesta arricchite di piume e cristalli, con occhi maligni  iniettati di sangue proprio per rappresentare gli spiriti maligni. Un’altra maschera tipica è “roba de gallina”, una maschera con petto e sedere enormi che elemosina in giro caramelle per poi condividerle con i bambini.






Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

siamo anche social

Condividi su Facebook   Seguimi su Twitter   Seguimi su Google Plus   Instagram